- Detto Schietto - http://www.dettoschietto.it -

Arese invecchia, la popolazione diminuisce e la ricchezza cala

E' il quadro emerso in Consiglio dall'analisi del Dup. Scontro Muratori-giunta. Nel nuovo piano di programmazione per 12 milioni  approvato in consiglio comunale non rientrano gli istituti superiori "Falcone Borsellino" e "Fontana" siti in edifici inadeguati e disagiati per gli studenti la quale edilizia scolastica prima di competenza della Provincia è ora passata sotto Città Metropolitana. Senza risorse.  Come dar torto ai giovani, al centro della discussione, se terminati gli studi emigrano da una città e da un Paese che li ha trattati senza attenzione?

Il sindaco Michela Palestra

ARESEAggiornato il Dup (documento unico di programmazione) 2017-19, con una maggiore calendarizzazione quest’anno delle opere pubbliche e un alleggerimento sul 2018 e sul 2019. Nel suo complesso il Dup prevede opere per circa 30 milioni di euro, somma in parte riconducibile all’ex Alfa Romeo e in parte allo sblocco di 12 milioni derivanti dell’avanzo di amministrazioni.  

Gli oneri di urbanizzazione ammontano a 3 milioni e 182mila euro, di cui 2 milioni e 100mila derivanti da Tea per la costruzione del centro commerciale, 600mila euro da Arese Sud e 200mila dal riscatto del diritto di superficie delle case costruite dalle cooperative.

La popolazione aresina diminuisce al punto che ha raggiunto il suo minimo storico demografico: nel 2016 vi è stata una contrazione dei bambini in età prescolare e un aumento degli over 65. Questa la premessa che ha dato avvio in consiglio comunale a un’accesa discussione sulla programmazione triennale della giunta Palestra.

Nelle riflessioni di Luigi Muratori di Arese in Testa, è necessario  sostenere i servizi attraendo famiglie a reddito medio-alto. “Arese – ha detto – non è più una città attraente. La città invecchia, i giovani non vengono più o ne vengono meno. Fra gli stranieri residenti sono diminuiti i cittadini europei ad alto reddito, mentre sono quasi triplicati gli extracomunitari a basso reddito. Siccome la base delle nostre entrate sarà legata molto al reddito dei cittadini, se guardiamo il Dup gli

Il consigliere di Arese in Testa Luigi Muratori

investimenti per il lavoro sono rimasti a 20mila euro. L’urgenza dovrebbe essere quella di stimolare l’ingresso di persone giovani cui si legano le start up. Il Dup segnala contraddizioni politiche di questa maggioranza e forti dubbi  sulla stabilità di bilancio, mentre per il 2017 sono previsti oltre 3 milioni e 182mila euro per permessi di costruzione, che sono influenzati dal mercato immobiliare (in crisi,ndr)” . E dopo aver bocciato l’idea di abbattere e ricostruire la vecchia biblioteca per farne una sede delle associazioni ha annunciato il suo voto contrario.

“Le chiederei – è intervenuta l’assessore Roberta Tellinicome fare a continuare a dare i servizi senza aumentare le tasse e senza utilizzare gli oneri di urbanizzazione? Qual  è la politica di bilancio corretta per non tagliare i servizi? Se non li utilizzassimo andrebbero sostanzialmente persi”.

Il territorio è urbanizzato – ha controbattuto Muratori – e per dirla in soldoni, dove si andranno a prenderli per mantenere i servizi quando finiranno gli oneri di urbanizzazione? L’unico modo per mantenere in piedi i servizi è di attrarre quella fascia di cittadini che ha un reddito più alto”.

Tutte le amministrazioni – ha ricordato il sindaco Michela Palestra –  sono consapevoli della crisi  che ha contratto le entrate da parecchi anni. Situazione che noi non abbiamo perché la trasformazione dell’ex Alfa Romeo ci ha fatto godere di  investimenti sostanziali. A oggi non ci saranno tagli ai servizi. L’aumento della popolazione extraeuropea è dovuta a persone che sostengono gli anziani. Il lavoro manca, ma ricordo l’incubatore d’ impresa sull’ex Alfa. La competenza più specifica sul lavoro è regionale e anche le risorse arrivano da quella partita. Vorrei precisare inoltre che  i fondi sbloccati potevano essere impiegati solo per gli investimenti. Io sono  contenta di vedere ogni volta che passo da via Monviso le sale studio piene del centro civico e sulla vecchia biblioteca noi abbiamo un patrimonio associativo che merita un investimento sulle opere pubbliche”.

L’ingresso del liceo artistico “Lucio Fontana” , sito in quella che era una scuola elementare.

La sede del liceo scientifico “Falcone e Borsellino” di Arese

Questo in Consiglio comunale il 31 gennaio 2017 . Per stare in tema giovani, qualche giorno prima gli studenti del liceo artistico “Lucio Fontana” manifestavano per essere rimasti al gelo a causa di un guasto della caldaia. Dei Licei artistico e scientifico, siti all’interno di strutture inadeguate sotto molti punti di vista, non c’è traccia nel piano triennale delle opere pubbliche. Si dirà che gli istituti superiori non sono competenza del comune. E ora, dopo la riforma Delrio,  nemmeno più della Provincia,  che già per la cronica carenza di risorse se ne occupava a tampone. Soldi che mancano anche alla Città Metropolitana. 

Ombretta T. Rinieri 

(articolo aggiornato del pezzo pubblicato su "Il Notiziario" del  10 febbraio 2017 – pag. 74)

leggi anche:

Ragazzi nello sporco e al freddo, il “Falcone-Borsellino” sospende le lezioni di educazione fisica

 

Share